L’hacker islamico del Papa

L’hacker islamico del Papa

lug 06
L’hacker islamico del Papa

È domenica pomeriggio. Sei un hacker. Non sai che cazzo fare per passare il tempo.

La conclusione logica è: ribalta la community di Facebook facendo diventare Papa Francesco un islamico buontempone.
Ebbene: un hacker (forse algerino, a giudicare dai post) ha conquistato la pagina Facebook del Papa, invadendola con scritte in arabo, odi ad Allah, e tentativi di conversione all’Islam in salsa trash; quanto basta per far venire un infarto a Paolo Brosio.

Ma l’aspetto divertente (sì, ancora più divertente del Papa che proclama Allah come unico Dio) sono i commenti. Tutta la sottocultura internetiana italiana, infatti, si è radunata istintivamente nella bacheca del Santo Padre per dar lustro a se stessa: troviamo così top-comment di Rosario Muniz, Silvio Berlusconi, Giacopo “Mainagioia” Leopardi, oltre agli immancabili “no scipola no picante” o “posta un bestemmione”, invocato a gran voce da metà degli iscritti.

Lo sconosciuto hacker, se non altro, è diventato un vero eroe nel web nostrano, realizzando l’equivalente virtuale della scorreggia rumorosa in chiesa, il sogno erotico di buona parte dei presunti cattolici italiani.

Ora vedremo che farà il diretto interessato.

EDIT delle 21.55: la pagina FB del Papa è ad ora irraggiungibile. Forse alla Santa Sede hanno finito di cenare col kebab.

EDIT 2: la pagina è stata recuperata, ma i commenti in arabo continuano.

Papa Facebook

Fra Fra (8 Post)

20 anni, studente di psicologia, scrittore, cazzaro, poetaro. Almeno credo. Mi piacciono tante cose, scrivo di altrettante. Sono autore qui e su "La Stessa Medaglia". Vivo come capita. Sono pigro nel corpo. Sogno.


Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>